Affido Condiviso: diritti e doveri tra uomo e donna.

Se parliamo di parità di diritti e doveri nella famiglia moderna, Uomo e Donna al giorno d’oggi vivono una vita molto simile a differenza di qualche decennio fa.

Nell’immaginario comune, nei casi di separazione e divorzio, era scontata la soluzione dell’affido dei figli minorenni alla madre, con l’obbligo verso il padre di sostenere economicamente uno stile di vita decoroso per i figli, contribuendo con un assegno familiare.

Ora la situazione è completamente cambiata.

I tempi in cui ‘bastava’ lo stipendio del marito e la donna poteva rimanere a casa per allevare i figli sono finiti e le donne, vuoi per un sacrosanto diritto di emancipazione, vuoi perchè uno stipendio in famiglia non è più sufficiente, vivono una giornata lavorativa decisamente impegnativa.

Questa sostanziale differenza, ridisegna i parametri di responsabilità nei casi dell’Affido Condiviso.

L’Affido Condiviso è la scelta dettata da parte del giudice di affidare ad uno dei due genitori i figli dopo una separazione, intesa come dimora permanente, mantenendo comunque inalterata la genitorialità di entrambi.

La decisione che porta alla scelta di quale genitore verrà scelto per l’affidamento sono dettate dal garantire la miglior condizione nello stile di vita per il figlio, ma questo non vuol dire che venga creata una esclusività di dimora permanente: a seconda della sentenza emessa dal giudice, i figli potranno stare con gli altri genitori secondo i tempi accordati.

Una condizione psicologica familiare sicuramente delicata che merita la massima attenzione, non solo verso i figli che ne sono la parte ‘passiva’ ma anche per i padri e le madri che vedono i propri figli con tempistiche differenti, magari una volta ogni due settimane.

E’ importante che ogni soggetto all’interno dell’affido condiviso viva questo nuovo stile di vita nella massima serenità, cercando di affrontare apertamente i momenti difficili appoggiandosi agli assistenti sociali o agli psicologi, per trovare il giusto sostegno psicologico e superare le difficoltà in modo costruttivo.

 

Contattaci per una consulenza gratuita!

 

Leggi anche:

Separazioni di coppia: gestiamo le relazioni con i figli